Crea sito

L’uomo nero

obama-shadow

È fatta.
Sotto l’ala protettrice del presidente nero, la corte suprema americana ha sancito, in tutti i 50 stati dell’unione, il diritto di ogni cittadino di contrarre regolare matrimonio con un altro dello stesso sesso e mentre i giornali parlano della vittoria di Obama il presidente ha postato su twitter: “Love wins” (l’amore vince).
Qualcuno si domanderà: cosa ne sa di amore l’uomo che difende gli interessi americani nel mondo?
Ne sa forse più del suo predecessore e collega di partito, il fedifrago Bill Clinton che nel 1996, con il Defense of Marriage Act (DOMA), stabilì che il matrimonio può essere considerato tale solo tra un uomo e una donna?
Ne sa forse più del Papa (allora Benedetto XVI) che quando lo incontrò gli regalò l’Istruzione sulla bioetica Dignitas Personae e al quale promise un impegno per ridurre gli aborti negli USA?
Ebbene sì.
Forse non ci crederete, non tutti lo sanno, ma Obama è mosso dallo Spirito Santo.
Nel suo libro “The Audacity of Hope” ricorda: “…inginocchiandomi sotto la croce nel South Side di Chicago, sentii lo spirito di Dio che mi attraeva. Mi piegai alla Sua volontà, e mi dedicai a scoprire la Sua verità.”

558db5a51805dfb1452099ef_obama-amazing-grace-charleston

 

Si, amen fratello!
Sembra di leggere le fonti Francescane.
La gente spesso si irrita quando qualcuno dice di parlare su ispirazione di Dio, invitando a votare in un certo modo, cercando di far passare certe leggi.
Quando un politico in tv tira in ballo la fede, il peccato, Dio molti digrignano i denti, insultano, si grida stizziti al fanatismo, all’ingerenza della fede nella laicità della “res publica”.
Stavolta no, non da quando c’è lui; avere uno che legge S.Agostino, un unto del Signore pro-gay non ha scandalizzato, chissà perché!
Anzi, gli hanno appioppato subito un bel premio Nobel per la pace (appena eletto, ricordate?); ha ispirato subito fiducia, entusiasmo, addirittura forse più in Europa che a casa propria.
Stavolta quasi nessuno ha dubitato.
Hanno creduto all’uomo nero.
Di più, hanno creduto nell’uomo nero.
Quello delle storie per bambini appariva nella notte per strapparli alle loro famiglie.
Quello vero, invece, ne sta preparando di “nuove” a cui affidarli.